Ricorreva nel 2007 il ventennale della morte di Thomas Sankara, il presidente del Burkina Faso ucciso nel 1987 da un colpo di stato, dopo aver governato per quattro anni con un programma assolutamente innovativo ed avanzato al fine di cambiare il volto dell’Africa, non solo quello del suo stato.

Vaccinazioni di massa per i bambini (quella dell’86 fu dichiarata dall’Unicef la più grande mai realizzata), aumento dell’alfabetizzazione, questione dell’infanzia e della donna (nel suo governo le donne erano presenti in gran numero), salvaguardia dell’ambiente e delle coltivazioni autoctone, lotta per l’abolizione del debito furono alcuni dei punti fermi del suo programma, presentato con forza all’Assemblea delle Nazioni Unite.

Venti anni dopo, in un periodo storico in cui i problemi contro cui egli lottava sono sempre più urgenti, in cui la politica non riesce a trovare risposte concrete, l’opinione pubblica rimane ancora troppo indifferente riguardo a scenari che erroneamente avverte come “lontani”.

Dal mondo giovanile è arrivata un’idea che si promette di dare un contributo alla causa di un mondo migliore: ricordare Thomas Sankara, per parlare e discutere del mondo e dei problemi che ci riguardano sempre più da vicino.

Il progetto nasce con la scrittura collettiva del romanzo “La voce nel deserto” in cui si narra la vita e l’opera del Presidente del Burkina Faso Thomas Sankara ed a partire da ciò, affinché il ricordo di questa eroica persona non rimanga confinato alle pagine di un libro, svilupparlo il più possibile per arrivare a toccare l’opinione pubblica ed avere una più grande diffusione possibile.

Un comitato, composto per la maggior parte da giovani è stato quindi costituito con lo scopo di realizzare un progetto che si compone di due fasi.

La prima fase del progetto riguarda la realizzazione di un Congresso internazionale: L’altra faccia del “mondo”. L’esperienza di Thomas Sankara, che si terrà il 28 febbraio 2009 ad Arezzo co-organizzato dall’UCODEP in collaborazione con il Comitato salviamo il mondo, sostenuto e finanziato dalla Provincia di Arezzo e dagli Enti locali e con il patrocino della Campagna del Millennio No Excuse 2015. Oltre alla presentazione del libro “La voce nel deserto” sono previsti interventi e testimonianze di numerosi invitati internazionali, dei rappresentanti dell’Unicef, di Save The Children, del Comitato italiano SankaraXX e la partecipazione di musicisti ed artisti italiani e burkinabè (seguirà a breve il programma della giornata).

Al Congresso saranno invitati alla partecipazione, oltre alla cittadinanza, le scuole della provincia di Arezzo, giornalisti di importanti organi di informazione e trasmissioni televisive.

L’incontro dovrà servire anche come momento di discussione, programmazione e coordinazione per la seconda fase del progetto che prevede la realizzazione di un film sulla vita di Thomas Sankara pensato come veicolo privilegiato per stimolare la riflessione ed il cambiamento ed al tempo stesso sostegno per i paesi in via di sviluppo attraverso una raccolta fondi destinati a progetti. Una percentuale sul costo del biglietto della proiezione cinematografica dovrebbe infatti essere devoluta alle missioni (prevalentemente in Africa), al Comitato ed alla Fondazione internazionale Thomas Sankara.

Per la realizzazione dell’evento vorremo dunque invitare a farsi sponsor le organizzazioni dell’Unicef, Save the Children, Millennium Campaign e, per quanto riguarda la produzione del film, l’Istituto cinematografico Sundance Institute, così particolarmente vicino alle opere di forte impegno sociale.

Sappiamo bene che non sarà affatto semplice realizzare interamente il nostro progetto, ma siamo anche convinti che mai come oggi sia necessario trovare per tutte e tutti le/i giovani del mondo, punti di riferimento positivi così come lo è stato Thomas Sankara con la sua vita ed il suo esempio, speranza per un’Africa ed un mondo liberi dai drammi della paura e della povertà.

Questo il nostro contributo e la richiesta di aiutarci a realizzarlo, la rivolgiamo alle organizzazioni e a tutti coloro che credono ancora sia possibile un mondo migliore.

Comitato salviamo il mondo

Arezzo, gennaio 2009

 

Convegno Sankara video ufficiale
10 min – 12 mar 2009
http://www.youtube.com/watch?v=GTjPA6H6n-w
 

Programma

 Ore 9:45 – 13:15

 Saluto delle autorità

 Gian Mario Gillio (direttore rivista “Confronti”) introduce e presenta il libro La voce nel deserto di Vittorio Martinelli con Sofia Massai

 Andrea Biagiotti legge brani dai discorsi di Thomas Sankara alle Nazioni Unite

 Bruno Jaffrè (scrittore, biografo di Thomas Sankara)

Thomas Sankara vittima della Françafrique

 Interventi di

 Roberto Salvan (Direttore generale Unicef Italia)

 Valerio Neri (Direttore generale Save the Children)

 Francesco Petrelli (Presidente Ucodep)

 Marta Guglielmetti (Coordinatrice per l’Italia della Campagna del Millennio-ONU)

sul tema: Gli obiettivi del Millennio

 Samsk Lejah (Musicista, conduttore radiofonico di Radio Ouaga FM-Burkina Faso), La musica a sostegno della lotta democratica degli studenti e della popolazione contro il caro vita e l’impunità

 Esecuzione di brani musicali da parte di Samsk Lejah con la partecipazione straordinaria dei Modena City Ramblers

 Pausa pranzo

 Ore 15:30 – 18:30

 Tavola rotonda sul tema: Attualità della politica di Thomas Sankara

 Coordina Gian Mario Gillio

 Partecipano

 Marinella Correggia (Giornalista), L’attualità di Sankara nella nostra epoca di crisi alimentare,

energetica, climatica, finanziaria e delle risorse idriche

 Michel Kouda (Coordinatore principale per l’Africa del UNCCD – Ex ministro del governo Sankara), Il problema dell’acqua, l’Agricoltura e l’Ambiente nella rivoluzione del Burkina Faso

 Fabio Roggiolani (Presidente Commissione Sanità Consiglio Regionale Toscano), Sanità e cooperazione negli anni di Sankara

 Marco Della Pina (Docente di Geografia politica ed economica, Scienze per la Pace.Università di Pisa), Impoverimento, disuguaglianze, emigrazione nella “terra degli uomini integri”

 Antonio Mele, (Comitato Sankara XX), Riconoscimenti al governo di Blaise Compaore: il “Premio Galileo” e il “ Summit delle stelle”

 Chiusura dei lavori con l’esibizione di Gabin Dabiré ed il Concerto “Omaggio a Sankara” con Andrea Ughetto (piano e flauto), Daniele Ughetto (basso), Daniele Bertone (percussioni), Suad Osman (voce recitante)

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.