Les Ninjas du Japon

I NINJA DEL GIAPPONE

25° TORINO FILM FESTIVAL (2007)

2007, Italia-doc
HD, 83′, col.

regia/director Giovanni Giommi
fotografia/director of photography Giovanni Giommi, Bruno Pappalettera
montaggio/film editor Fabio Capalbo
suono/sound Alberto Fasulo, Takeya Uchida
interpreti/cast Eshita Kentaro, Higuma Yusuke, Komine Tsuyoshi, Kubo Nobuhito, Munehisa Akihiro, Yamamoto Kazuhiro
produttore/producer Olivia Verona, Luca Fanfani, Carlotta Mastrojanni, Francesco Pistorio
produzione/production Mercurio Cinematografica

Contacto : Produzione/ Production: Mercurio Cinematografica, Paolo Ameli, Via A. Verga, 5, 20144 Milano Italy, Tel: +39 02 480 901, Fax: +39 02 4800 8319

[email protected], [email protected]

 

Nel 1959 Fausto Coppi, prende parte ad una corsa nell’Alto Volta. Durante il viaggio contrae la malaria che lo porterà alla morte  in poche settimane. Un commissario di corsa racconta i suoi ricordi legati a quella gara e alla presenza del grande campione italiano. Giovanni Giommi, torna in Burkina Faso con il pretesto di partecipare alla più importante gara africana, il Tour del Faso, la più prestigiosa d’Africa. 1300 chilometri per raccontare l’incontro di due universi opposti, quello dei Burkinabe e di cinque giovani ciclisti giapponesi. Un contrasto tra due mondi completamente differenti, le vite strutturate e monotone dei membri della squadra giapponese da un lato, e la realtà africana dall’altra. Il ciclismo, lo sport più demodé, umano, faticoso e misterioso, ben si adatta a questa metafora, la ricchezza estrema e la povertà si alternano nelle immagini dell’assolata Africa e delle asettiche metropoli nipponiche.

Per tutto il film si cerca inutilmente di parlare del presidente, il Capitano Thomas Sankara che per la prima volta nel 1987 ha organizzato il Tour del Faso. C’è chi non ha mai sentito nominare questo nome e c’è chi non può dire nulla di lui, per paura. Il racconto della manifestazione sportiva fra infortuni, cadute, traguardi e vittorie di una gara qualunque, oscillando tra Bobo Dioulasso e Tokyo, ci riporta a Sankara. Dalla sua tomba improvvisata presso una discarica, alla rievocazione commossa di un burkinabé in Giappone che, finalmente, senza paura degli sgherri di Compaoré, con le lacrime agli occhi, confessa la sua irreversibile grandezza.

Giovanni Giommi

(Milano, 1965) laurea in architettura frequenta la Scuola Civica di Cinema a Milano. Nel 1997 lavora come autore, produttore e regista per Tele+ e MTV Italia. Nel 2001, con Beisbol, vince il premio Kodak Sport Movies e il Premio TV; al Torino Film Festival del 2005 riceve la Menzione del Premio Cipputi, con Frames variazioni per catena di montaggio (2004) e con la serie televisiva «Avere ventanni» vince il Premio Miglior programma dell’anno al MEI 2005 e il Premio della giuria popolare al Bizzari Film Festival del 2005. Nel 2006 presenta al Torino Film Festival il documentario Politica zero, codiretto con Massimo Coppola e Alberto Piccinini.

FILMOGRAFIA
Sol Y Sombra (doc., 1997), Nel cuore delle alghe e dei coralli – I cento passi di Peppino Impastato (doc., 1999), Beisbol (doc., 2000), Nice! (doc., 2003), Frames variazioni per catena di montaggio (doc., 2004), «Avere ventanni» (TV, doc., 2005-07), Politica zero (coregia/codirector Massimo Coppola, Alberto Piccinini, doc., 2006), Les Ninjas du Japon (doc., 2007).

http://www.torinofilmfest.org/view.php?table=tffdb&ID=8109&lang=ita

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.